Verso Capo Nord Parte seconda

 

KOBENHAVN (67 km 180 D+)

 

Il mio amico Roberto Massiero conosciuto in questo fantastico viaggio, il ragazzo che mi ha fatto compagnia per i primi tre giorni, mi ha consigliato di viaggiare in autobus per rientrare in Italia. Prendi il Flixbus che è economico e portano anche le bici. Verifico dov’è la fermata e alle 22:30 parto da Stoccolma in direzione Copenaghen, viaggio in notturna in modo da avere tutta la giornata disponibile per visitare la meravigliosa capitale danese. Arrivo intorno alle 10 del mattino nei pressi del parco divertimenti Tivoli. La prima cosa che faccio è farmi un giro turistico della città, senza nessuna meta alla scoperta degli angoli più suggestivi. Gira che ti gira, incontro per primo tutta una serie di costruzioni simili a grandi chiese che poi scopro tra tutte che una era il palazzo del municipio, poi il palazzo reale e per finire alla sirenetta. Faccio una foto ma non mi soddisfa il sole non è buona e non si vede. È ora di pranzo mangio qualcosa e poi vado alla ricerca di un hotel dove passare la notte. Ne trovo uno in periferia verso l’aeroporto. Trovo un due stelle che da noi viene paragonato a un quattro stelle. Cabinn Metro così si chiama, chiamato cabinn perché le stanze assomigliavano a cabine delle navi. Sgancio il carrello, lo porto in stanza mentre la bicicletta nel garage. Di fronte un grandissimo centro commerciale mi garantisce una buona e abbondante cena al ristorante indiano. Rientro in hotel e vado a nanna.

Sede del parlamento danese

Municipio

Federiks Kirke

stanza cabina

centro del commercio

 

BERLIN (51 km 105 D+)

Arrivo a Berlino alle prime luci dell’alba, sono un po' assonnato, il viaggio in traghetto mi ha sfasato il ritmo sonno sveglio. Mi trovo in periferia, blocco sul GPS la fermata degli autobus in modo da poterla raggiugere questa notte quando dovrò riprendere l’autobus per Milano. Ho appuntamento per le dieci in centro con Elio, il figlio di Marina, una mia amica Sarda che ho conosciuto nei Trail a piedi. Lui vive e lavora qui da alcuni mesi, giusto per le vacanze estive insieme al padre. Prendo in affitto un monopattino elettrico in modo da consentirgli di muoversi più velocemente nella città visto che io sono in bicicletta. Incontriamo per primo la Colonna della Vittoria, la Porta di Brandeburgo, il memoriale dedicato agli Ebrei, il Duomo di Berlino, la torre Televisiva ad Alexanderplazil resti del muro, i mercatini lungo il Landwehrkanal dove ho conosciuto il padre di Elio e per finire a fine giornata la sede del Parlamento Tedesco.

Porta di Brandeburgo

Addio, Partenza

Memoriale agli Ebrei

Duomo di Berlino

Elio, la mia guida personale.

East Side Gallery

Germania dell'est

Neptunbrunnen

Sede del Parlamento

Siegessaule Colonna della Vittoria