Chi è il lento pedalatore

Michele...  nasco a Cagliari nel vicino 1976, sono un appassionato delle due ruote e già da bambino girovago per il circondario di Quartu Sant’Elena (la mia città) a bordo di varie bici comprate dalla mia famiglia di qua e di là. Ho  ancora in mente la bicicletta di mio nonno, una Graziella con telaio pieghevole.

 

Più tardi, non ricordo l’età e quale Natale fosse, sotto l’albero trovai la mitica Cross con due marce, fu la mia prima "vera" bicicletta dopo quella Graziella. Dopo qualche anno, era il periodo di Italia90, una MTB dal telaio in acciaio arriva a casa, successivamente nel '92 il top di gamma dell'Atala entra in mio possesso: cambio a doppia leva per 750.000 lire, erano tanti soldi ma di gran lunga ben spesi. Dura 20 anni di piccoli giri di cui il più lungo di appena 25 km. Ne avevo di strada da fare.

Nel 2012 cambio e compro la mia seconda Atala, una 3x7 con cambio al manubrio stile "acceleratore di motorino". Ma è nell'estate del 2016 che inizio a fare seriamente, macinando con ostinazione tutta la costa orientale in solitaria, da Quartu a La Maddalena. in pieno Luglio.

Nel 2017 punto sull'Orbea ed il Sardina Divide 2017 è la prima occasione per testare il nuovo cavallo, da Alghero a Olbia in primavera.

Lo stesso anno, in estate percorro tutta la costa occidentale da Quartu a Olbia, passando per l'Asinara,  Santa Teresa, Palau.

Il 2018 lo considero l'anno dei grandi eventi: il Sardinia Divide 2018 da Gonnesa a Costa Rei, il Myland di 440 km e poi a giugno il grande salto fuori dalla mia isola... l'Islanda in solitaria.